Alba, Arad, Argeş, Bacău, Bihor, Bistriţa-Năsăud, Botoşani, Brăila, Braşov, Buzău, Călăraşi, Caraş-Severin, Cluj, Constanza, Covasna, Dâmboviţa, Dolj, Galaţi, Giurgiu, Gorj, Harghita, Hunedoara, Ialomiţa, Iaşi, Ilfov, Maramureş, Mehedinţi, Mureş, Neamţ, Olt, Prahova, Sălaj, Satu Mare, Sibiu, Suceava, Teleorman, Timiş, Tulcea, Vâlcea, Vaslui, Vrancea
Romania il paese ideale per le vacanze
Home » Târgu Jiu

Fișier:Coa Targu Jiu.png Târgu Jiu

Târgu Jiu è un municipio della Romania, capoluogo del distretto di Gorj, nella regione storica dell'Oltenia.

Fanno parte dell'area amministrativa anche le località di Bârseşti, Drăgoeni, Iezureni, Polata, Preajba Mare, Româneşti, Slobozia, Ursaţi.

La città prende nome dal fiume Jiu, accanto al quale si trova e che vi forma un lago; viene citata per la prima volta in un documento di Mircea cel Bătrân del 1406 e già nella seconda metà del XV secolo risulta avere il privilegio di tenere un mercato (târg).

Nel 1716 la città fu teatro delle lotte tra le truppe del boiardo Matei Basarab e quelle di Leon Vodă Tomşa.

Nel periodo tra le due guerre mondiali, nei pressi della città era ubicato un campo di concentramento in cui furono imprigionati numerosi membri del Partito comunista romeno, tra cui anche il futuro Presidente della Romania Gheorghe Gheorghiu-Dej.

Il grande sviluppo economico e demografico di Târgu Jiu in epoca moderna avvenne a partire dali anni sessanta, quando nella zona si iniziò a sfruttare un grande giacimento di carbone, con l'avvio di una grande miniera a cielo aperto tuttora attiva, che costituisce ancora una delle più importanti risorse occupazionali della città e dell'area circostante.

Il grande scultore Constantin Brâncuşi, nativo di Peştişani, località non lontana da Târgu Jiu, ha lasciato alla città un complesso di sculture che costituiscono le sue opere più importanti presenti nel suo paese: si tratta della Mensa del silenzio (Masa tăcerii), della Porta del bacio (Poarta sărutului) e della Colonna dell'infinito (Coloana fără sfârşit). Il complesso di queste opere costituisce oggi la più importante attrattiva turistica della città.

A Constantin Brâncuşi, la città ha dedicato l'Università che vi ha sede.

Târgu Jiu è collegata sia per via stradale che ferroviaria con le più importanti città della Romania, essendo in una posizione strategica per i collegamenti tra il Danubio, la Transilvania e il Banato. In particolare nella città si incrociano le strade europee E67 ed E79 e la strada nazionale DN67.

Per quanto riguarda i trasporti urbani, la rete è gestita dalla S.C. Transloc. S.A. e si compone di due linee tramviarie e 8 linee di autobus.