Alba, Arad, Argeş, Bacău, Bihor, Bistriţa-Năsăud, Botoşani, Brăila, Braşov, Buzău, Călăraşi, Caraş-Severin, Cluj, Constanza, Covasna, Dâmboviţa, Dolj, Galaţi, Giurgiu, Gorj, Harghita, Hunedoara, Ialomiţa, Iaşi, Ilfov, Maramureş, Mehedinţi, Mureş, Neamţ, Olt, Prahova, Sălaj, Satu Mare, Sibiu, Suceava, Teleorman, Timiş, Tulcea, Vâlcea, Vaslui, Vrancea
Romania il paese ideale per le vacanze
Home » Orăştie

Fișier:ROU Orăștie COA.jpg Orăştie

Orăştie è un municipio della Romania, ubicato nel distretto di Hunedoara, nella regione storica della Banato.

La prima documentazione sull'esistenza della città è del 1224, quando Andrea II d'Ungheria conferma i privilegi concessi in qualità di colonia Sassone, tuttavia sono stati ritrovati reperti che testimoniano la presenza di insediamenti fin dall'VIII-IX secolo.

Devastata dai Mongoli nel 1241, la città venne ricostruita e, a partire dal regno di Carlo Roberto d'Angiò, conobbe un buon sviluppo economico e demografico, tanto che ottenne nel 1324 lo status di città e che nel 1376 contava 19 confraternite di arti e mestieri.

Successivamente la città subì diverse invasioni da parte degli Ottomani (1420, 1438 e 1479), l'ultima delle quali portò allpincendio della città, vicino alla quale però gli Ottomani vennero sconfitti dalle truppe transilvane, dotto il comando, tra gli altri, di Pál Kinizsi, generale alle dipendenze di Mattia Corvino.

Lo sviluppo economico e culturale di Orăştie continuò nel XVI secolo: nel 1500 ebbe luogo la prima Fiera di San Nicola, avvenimento annuale destinato a svolgersi per molto tempo, mentre nel 1582 venne stampato il Vecchio testamento di Orăştie, una delle prime traduzioni in romeno della Bibbia. Nei secoli successivi, altre tappe di un certo rilievo nello sviluppo della città, soltanto momentaneamente interrotto dalla peste del 1738, furono: l'avvio di una scuola protestante da parte del Principe Michele I Apafi (1663), l'apertura della prima farmacia (1693), la costruzione della chiesa cattolica (1749), l'insediamento di 366 coloni provenienti dall'Alta Austria (1752-1758) e la costruzione della chiesa luterana (1820-1823).

Nel 1853 la Transilvania venne riorganizzata in 10 distretti e Orăştie divenne il capoluogo di uno di questi.

Nel 1869 viene fondata la prima banca, la Brooser Vorschuss-verein, oggi Banca Ardeleana.

Orăştie ha ottenuto lo status di municipio nel 1995.

Oggi Orăştie è una città industriale e commerciale, con oltre 1.000 aziende registrate e quasi 800 effettivamente operative. Si tratta prevalentemente di piccole aziende, molte delle quali a conduzione familiare, tuttavia sono presenti tre aziende di dimensioni consistenti, operanti nel confezionamento di pellicce, nella produzione di alcool e tè e nella fabbricazione di materie plastiche.

La principale attrattiva turistica della città è costituita dalla cittadella medievale, discretamente conservata, mentre a poca distanza da essa (circa 20 km.) si trova il complesso delle Fortezze dacie dei monti Orăştie, Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.