Alba, Arad, Argeş, Bacău, Bihor, Bistriţa-Năsăud, Botoşani, Brăila, Braşov, Buzău, Călăraşi, Caraş-Severin, Cluj, Constanza, Covasna, Dâmboviţa, Dolj, Galaţi, Giurgiu, Gorj, Harghita, Hunedoara, Ialomiţa, Iaşi, Ilfov, Maramureş, Mehedinţi, Mureş, Neamţ, Olt, Prahova, Sălaj, Satu Mare, Sibiu, Suceava, Teleorman, Timiş, Tulcea, Vâlcea, Vaslui, Vrancea
Romania il paese ideale per le vacanze
Home » Danubio

Danubio

Il Danubio  è un fiume dell'Europa centro-orientale. Con 2.902 km è il secondo corso d’acqua più lungo del continente (dopo il Volga), e il più lungo fiume navigabile dell'Unione europea.

Le sue fonti sono nella Foresta Nera in Germania, dove due piccoli fiumi, il Brigach e il Breg, si riuniscono a Donaueschingen. È a partire da questo punto che il fiume prende il nome di Danubio, anche se si tende a pensare che il Brigach sia a sua volta un affluente del Breg, pertanto quest'ultimo sarebbe già il Danubio. Dalle sorgenti scorre verso est, e attraversa varie capitali dell'Europa centrale e orientale (Vienna, Bratislava, Budapest e Belgrado). Alla fine del suo corso si getta nel Mar Nero attraverso un ampio delta sul confine tra Romania e Ucraina. Il delta del Danubio è incluso nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Il Danubio è stato per secoli un'importante via navigabile. Conosciuto nella storia come una delle frontiere dell'Impero romano, il fiume corre lungo i confini di dieci paesi: Germania (7,5% del bacino idrografico), Austria (10,3%), Slovacchia (5,8%), Ungheria (11,7%), Croazia (4,5%), Serbia, Bulgaria (5,2%), Romania (28,9%), Moldavia (1,7%) e Ucraina (3,8%). Il suo bacino idrografico comprende parte di altri nove paesi: Italia (0,15%), Polonia (0,09%), Svizzera (0,32%), Repubblica Ceca (2,6%), Slovenia (2,2%), Bosnia-Erzegovina (4,8%), Montenegro, Repubblica di Macedonia e Albania (0,03%).

Il nome del Danubio in rumeno è Dunarea, in bulgaro, serbo e croato è Dunav, in ungherese è Duna, in slovacco è Dunaj, in russo e ucraino è Дунай, in tedesco è Donau, in inglese e francese è Danube, e in turco è Tuna. Tutti questi nomi provengono dal latino Danubius, il nome di un dio romano dei fiumi. Questo termine è parente della parola farsi dānu, che significa "fiume" o "corrente", e che designa anche il Danubio. Altri importanti fiumi europei sono nominati a partire dalla medesima radice indoeuropea della parola “acqua”, come ad esempio il Donec, il Dnepr, il Dnestr, il Don in Russia e il Don in Inghilterra.

In tedesco la parte finale au deriva dal germanico ouwe (fiume) e "Donau" è utilizzato dal 1763. In documenti antecedenti, vi era anche la terminologia Tonachi e successivamente Donawa.

Gli altri nomi in latino sono Danuvius e greco antico Ἴστρος Istros.

Lo stesso Danubio, indicato con il suo nome tedesco Donau e quattro suoi affluenti Günz, Mindel, Riss e Würm sono usati in paleoclimatologia per indicare le cinque ere glaciali.

Il Danubio è l'unico grande fiume europeo che scorre da ovest verso est. Raggiunge la regione del Mar Nero dopo un viaggio di oltre 2.850 km, sviluppandosi in un delta di circa 4.300 km² tra Romania e Ucraina. A differenza di altri fiumi, la lunghezza del Danubio è registrata a partire dalla foce invece che dalla sorgente. Il punto zero ufficiale è presso la città di Sulina che si affaccia sul Mar Nero (dove sfocia uno dei bracci principali del delta). Il bacino idrografico del fiume si estende su una superficie di circa 805.000 km².