Alba, Arad, Argeş, Bacău, Bihor, Bistriţa-Năsăud, Botoşani, Brăila, Braşov, Buzău, Călăraşi, Caraş-Severin, Cluj, Constanza, Covasna, Dâmboviţa, Dolj, Galaţi, Giurgiu, Gorj, Harghita, Hunedoara, Ialomiţa, Iaşi, Ilfov, Maramureş, Mehedinţi, Mureş, Neamţ, Olt, Prahova, Sălaj, Satu Mare, Sibiu, Suceava, Teleorman, Timiş, Tulcea, Vâlcea, Vaslui, Vrancea
Romania il paese ideale per le vacanze
Home » Dorohoi

Fișier:Stema Dorohoi.gif Dorohoi

Dorohoi è un municipio della Romania, ubicato nel distretto di Botoşani, nella regione storica della Bucovina.

Il Comune di Dorohoi, è situato nella parte nord-occidentale della pianura Moldavia sulla riva destra del fiume Jijia. Geograficamente, la città è situata nel nord-est Romania nel contatto tra la regione di alte colline Bourul-Ibănesti valle sulla sinistra Siren e la pianura di Moldavia sul corso Jijia sopra il fiume. Le colline del nord, ovest e nord-ovest della città sono Magura Ibăneşti (385m), Gravel-Dersca (472m), Hapăi (472m). Go West, a 15 km, e per la valle del fiume Siret a nord-est a 35 -- 40 km valle è il Prut. Mentre il mondo è in posizione l'intersezione del parallelo 47 ° 58 'N con il meridiano 26 ° 23' E. Questa latitudine fa si che la città riceva una quantità di calore meno delle città nel sud, i giorni sono più lunghi con un mezzo solstizio ore di estate, con primăverile a întârziei due settimane, viene autunno primi di maggio e gli inverni sono lunghi. Il clima è temperato come nelle regioni continentali. Temperatura la più alta è stata registrata a 6 aug.1905, 38 °C e la più bassa, -32,5 °C il 5 febr.1940. Solite sono le caratteristiche della foresta e steppa.

Dorohoi era un mercato di legname e di prodotti agricoli delle regioni montuose nel nord della Moldavia; mercanti dagli stati confinanti si radunavano per la sua grande fiera, che si teneva il 12 giugno. L'insediamento viene citato per la prima volta in alcuni documenti del 1408, nei quali si stabiliva un trattato tra il voivòda moldavo, Alexandru cel Bun (Alessandro il Buono), ed il re di Polonia e di Ungheria. Tutto ciò fa pensare che il ruolo di Dorohoi come centro commerciale fosse già emerso prima della fondazione dello stato moldavo.

Dorohoi è stata la città capoluogo dell'omonimo distretto, ma fu degradata a municipalità quando la Romania perse la Bucovina del nord, sottratta dall'Unione Sovietica.

Il giorno 1 luglio 1940, l'esercito rumeno rabbiosamente attuò un pogrom sui locali ebrei. Malgrado l'atmosfera antisemita di quei tempi, che portò alle leggi antisemite e alla confisca delle proprietà degli ebrei, queste azioni militari non erano sostenute dal governo rumeno. Quando la cospirazione contro gli ebrei fu scoperta dal comando militare, alcune truppe furono inviate per porre fine all'abuso.

Appena usciti dal Paese di Dorohoi in direzione Darabani, piccolo centro di confine con la Moldavia, si può scorgere un grazioso lago situato nella località Dragalina, da qui il nome dello stesso lago. Come dimensioni non è molto esteso ma è abbastanza grande da mantenere una buona capacità d'acqua tutto l'anno; lungo le sue rive vivono alcune famiglie ed è presente una piantagione di pioppi, per la produzione industriale. Il lago è navigabile con piccole imbarcazioni, e per chi ama la sfida è possibile anche fare il bagno, le acque sono pure, ma la pericolosità dei laghi è uguale ovunque.

In città si trova una chiesa costruita da Ştefan cel Mare (Stefano il Grande).